Indagini antimolestie

A Ezio Denti si rivolgono anche vittime di episodi di minacce, ricatti per lettera o telefono, a mezzo invio di sms, tramite biglietti o scritte sulla propria vettura, a mezzo fax o e-mail.

Tali atti persecutori sono frutto di personalità disturbate e sono penalmente perseguibili quando danno luogo ai reati di ingiuria, minaccia, ovvero allo “stalking”. Lo stalking è il reato di atti persecutori previsto dall'art. 612-bis c.p., il quale punisce chiunque, con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura, ovvero da ingenerare un fondato timore per l'incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva, ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita.

In questi casi, il metodo di indagine dell'investigatore tutela completamente il Cliente fino a giungere alla scoperta e all'identificazione del colpevole. La raccolta di prove e la stesura del rapporto informativo a carico di quest’ultimo possono fornire la base per la denuncia alle competenti Autorità Giudiziarie, mentre l’ulteriore attività di consulenza fornita dall’investigatore è necessaria per l'adozione di comportamenti di controsorveglianza e sicurezza.